Close

Questo sito utlizza cookie. Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Privacy Policy.

HOME
SERVIZI
LO STUDIO
DOVE SIAMO
CONTATTI
ARCHITETTO
NEWS
LINKS
NORMATIVA
GALLERIA
ARCH. ROSTAGNO ROBERTO
SEGUICI SU FACEBOOK
Privacy e Cookies
 logo_2013b
 

Tasse sulla casa, ecco come funzionerà la nuova IUC

Le prime case saranno esenti dall’IMU, ma pagheranno la Tari e la Tasi; abolita la seconda rata dell’IMU 2013 sulle prime case non di lusso



Piemonte, piano casa prorogato fino al 31 dicembre 2014 

 
La Regione Piemonte ha prorogato di un anno, fino al 31 dicembre 2014, la possibilità prevista dal Piano Casa (LR 20/2009) di ristrutturare e ampliare gli edifici privati, anche ad uso artigianale e industriale, con interventi di piccole e medie dimensioni.

  
Sono ammessi interventi di ampliamento degli edifici residenziali, chiusura di loggiati e porticati in fabbricati a schiera, previa presentazione del progetto con tecnologie volte al risparmio energetico e al miglioramento della qualità architettonica, alla fine dei lavori la volumetria complessiva non deve superare i 1200 metri cubi.
 
Se, in base a quanto previsto dagli strumenti urbanistici, è già stato realizzato un ampliamento per motivi igienico funzionali, è possibile realizzare in deroga un ulteriore ingrandimento del 20%, per un incremento massimo di 200 metri cubi.
 
La demolizione e ricostruzione è  ammesso un ampliamento del 25% 35% a seconda del grado di eco compatibilità raggiunto.
  
Anche i fabbricati esistenti a destinazione artigianale, produttiva e direzionale possono essere ampliati 
  
Recupero dei sottotetti
 
Per poter essere trasformati in abitazioni, i sottotetti devono risultare legittimamente realizzati entro il 31 dicembre 2010. .



Mercato immobiliare 2012: ecco l'Italia divisa per classi energetiche 

efficienza energetica-anteprima-600x353-553536.jpg?459
(fonte Mercato Immobiliare di A.S.)

Com'è divisa l'Italia che deve fare i conti con l'obbligo di esposizione dell'ACE, l'attestato di certificazione energetica, e quanto può incidere sul prezzo di un immobile usato questa etichetta. Qui le tabelle con alcuni esempi! Una rilevazione condotta da Immobiliare.it del quale abbiamo riportato i dati in un nostro precedente post evidenziava quanto in Italia l'obbligo di esposizione del certificato energetico negli annunci di vendita o locazione non era ancora rispettato (qui i dati).L'indagine di Immobiliare .it considerava come validi solo gli annunci che riportavano, com'è richiesto dalla normativa, sia la classe energetica sia l'indice di prestazione energetica dell'immobile: un valore, questo, che è presente solamente nell'ACE (Attestato di Certificazione Energetica). Si escludevano automaticamente tutti quegli immobili che, attraverso autocertificazione, erano stati collocati direttamente nella classe G, quella peggiore in assoluto. Una procedura non corretta. Ma qual è la situazione in Italia oggi degli immobili in vendita e con certificazione energetica valida? Ecco la classifica completa della distribuzione degli immobili certificati (by Immobiliare.it)

Classe A

14%

Classe B

8%

Classe C

24%

Classe D

8%

Classe E

9%

Classe F

13%

Classe G

24%

In merito all'incidenza della classificazione energetica sul costo dell'immobile va sottolineato che è piuttosto difficile isolare questo solo aspetto rispetto alle generali condizioni dell'immobile; ad ogni modo, immobili simili ma con classi differenti possono subire un'oscillazione di prezzo di vendita che può arrivare anche al 30% a seconda che siano in classe A o G.

Ecco di seguito la variazione di prezzo di un bilocale usato (65 mq, in zona semicentrale) a seconda della classe energetica di appartenenza:

































Site Map